Preparazione per la Pasqua/Easter preparation

Non sono una grande amante delle decorazioni Pasquali, il mio piacere principale si concentra sull’attesa del momento di aprire con un gesto preciso e energico le Uova di cioccolato (attività che a malincuore ho ormai ceduto a D e O).
Quest’anno però dopo aver visto le uova di Jean (qui, dove peraltro trovate anche una marea di idee creative!) ho proposto a D di provare a farne qualcuna anche noi. In assenza degli stessi materiali, abbiamo adattato le uova alle nostre disponibilità,  cartoncino bianco e un vecchio giornaletto di Peppa da cui tagliare le immagini più divertenti.
Il risultato sarà esposto il giorno di Pasqua come decorazione della tavola…

20160315_19345620160321_084243

I’m not a great lover of Easter decorations, my main pleasure is the moment to open, with a precise and energetic gesture, the chocolate eggs (activity that I reluctantly passed to D and O recently).
This year, however, after seeing Jean eggs (here, where, however, you can also found a lot of creative ideas!) I proposed to D to try to make some too. In the absence of the same materials, we have adapted the eggs to our availability: white cardboard and an old Peppa comic from which we cut the funniest pictures.
The result will be exposed on Easter Sunday as a table decoration …

Annunci

Primi esperimenti di ricamo/First experiences of embroidery

So che il polistirolo è un materiale tossico e non biodegradabile, ma quando mi sono resa conto che il vassoio della pasta acquistato la mattina poteva salvare il mio pomeriggio con D, non ho minimamente esitato.
Dopo un primo utilizzo come barca per le bambole, è diventato una tela per ricamo. D ha deciso il disegno e poi lo abbiamo realizzato insieme bucherellando il vassoio. Infine, abbiamo lavorato con il filo dorato per disegnare tutto.
Nonostante alcune parti siano state completamente opera della mamma, D è stata molto orgogliosa del risultato. Così ho aggiunto due buchi agli angoli, ho legato un filo e adesso è adeguatamente esposto come un quadro. 

20160312_15145920160312_160016

I know that the polystyrene is a toxic material and does not biodegrade, but when I realized that the pasta tray purchased in the morning could save my afternoon with D, I hadn’t the slightest hesitation.
After its first use as a boat for dolls, it has become a canvas for embroidery. D decided the design and then we made a set of holes on the tray. Finally, we worked with a golden thread to draw everything.
Although some parts were completely finished by mom, D was very proud of the result. So I added two holes at the corners, I tied a thread and now it is adequately shown as a piece of art.

Guerre stellari e un pigiama/Star Wars and pijamas

La saga dei porta-pigiama non è ancora finita… Stavolta per un regalo di compleanno ho preso spunto dal recente ritorno della Forza, ed ho realizzato una sagoma di Darth Fender per decorare un porta pigiama. Rispetto ai precedenti (qui), stavolta ho ridotto la dimensione ma ho allargato lo spessore, creando quasi una borsa con il feltro più spesso.
Un pigiama ufficiale con Starshi troopers andrà a corredare il pacchetto, e credo che il destinatario non potrà che iniziare sognare spade laser ed incontri con Ewoks…

20160303_090813.jpg

The saga of the pajama-holders is not over yet …
This time for a birthday present I was inspired by the recent return of the Force, and I made a silhouette of Darth Fender so as to decorate a pajamas-holder. Compared to previous ones (here), this time I reduced a little bit the size but I expanded the width, as it is almost a bag with very thick felt.
An official Star Wars pajamas will accompany the package, and I believe that the recipient will start dreaming lightsabers and meetings with Ewoks …

Un regalo per l’adorata zia/A gift for the beloved aunt

D e O adorano mia sorella. Ogni volta che andiamo a trovarla potrei benissimo sparire e lasciarle giocare tutte insieme sul tappeto con bambole, playmobile, puzzle o altro… e talvolta è un piacere che mi concedo volentieri.
D allora ha voluto preparare un regalo per la zia: dopo molti disegni, ha deciso che era il momento di passare a qualcosa di concreto, e precisamente una corona e un braccialetto… “ma non di carta, però!”.
Al solito, mamma ha tirato fuori il feltro e ha suggerito un modello semplice che poteva essere realizzabile dalla quasi-cinquenne, contemplando anche la possibilità di usare l’ago! Ovviamente si trattava di un ago gigante con punta stondata, ma D si è impegnata tantissimo per poter infilzare i fori (giganti) che avevo fatto nei fiori di feltro per poter completare la corona e il braccialetto.
…il bello è stato che non appena la zia ha visto il regalo, D si è provata sia la corona che il braccialetto e non se li è più tolti…

20160129_224227.jpg

D and O adore my sister. Every time we visit her, I could well disappear leaving them happily playing together on the carpet with dolls, playmobile, puzzles or any other toy… and sometimes it is a pleasure that enjoy.
D then wanted to prepare a gift for her beloved aunt: after many drawings, she decided it was time to make a step forward, thus the aunt needed a crown and a bracelet … “but not paper ones, though!”.
As usual, mom pulled out felt and suggested an idea that could be crafted by the almost-five-year-old, with the possibility of using the needle! Obviously it was a giant needle with rounded tip, but D worked very hard to be able to pierce the (giant) holes that I made in the felt flowers in order to complete the crown and the bracelet.
… the funny result was that as soon as the aunt saw the gift, D put crown and bracelet on herself and never took them off …

Autoritratto/Self-portrait

Recentemente abbiamo acquistato all’Ikea un armadio, quindi a parte il cartone della scatola sono arrivati in casa alcuni ampissimi fogli bianchi. Non potevamo lasciarvi sfuggire l’occasione di usarli!
D e O si sono distese sopra i fogli e abbiamo preso una idea di forma del loro corpo e poi abbiamo colorato il tutto…
O si è stancata presto e si è lanciata in altri giochi mentre D ha lavorato intensamente e con un piccolo aiuto di nonna ha completato il suo primo autoritratto… anche se in realtà è più alta di quanto il foglio poteva contenere.

20160131_192338.jpg

Recently, we bought at Ikea a new wardrobe for the girls, so apart from the cardboard box, at home arrived some wide white sheets. We could not waste the opportunity to use them!
D and O streched over the sheets and with a pencil I sketched the shape of their bodies and then they colored the whole thing …
O was almost immediately tired and embarked on other games while D worked hard and, with a little help from grandmother, completed her first self-portrait … even though she is actually taller than the sheet!

With this post I participate to Craftastic Monday Link party

Di sirene, clown e microbi/Of mermaids, clowns and microbes

Il bello di WordPress è che talvolta puoi programmare di pubblicare i post quando sai che i minuti del tuo tempo saranno contati..
Peccato che non ci sia una funzione che ti ricorda di verificare il post prima di pubblicarlo, soprattutto quando i minuti di veglia (pochi) sono dedicati ad
a. disinfestare la casa dai microbi (D e O ci giocano a ping pong rimbalzano fra tosse e febbre a ciclo continuo),
b. fare una corsa quasi settimanale dal pediatra
c. preparare maschere per scuola e feste, nel caso in cui le bimbe si riprendano a tempo… anche se non capita mai!
Beh, a parte un post partito stamani per errore… direi che ho al mio attivo almeno due deliziose maschere: una sirena e un clown. La sirena ha fortunatamente beneficiato della collaborazione della nonna mentre il clown gode di una reminescenza dell’infanzia…
Quando arriva l’estate?

20160130_14322020160130_14332320160210_175830

The great thing about WordPress is that sometimes you can plan the post you publish in advance when  you know that your time will be limited..
Too bad that there is not a feature that reminds you to check the post before publishing it, especially when the minutes of wakefulness (few) are dedicated to:
a. disinfest the house from microbes (D and O play ping pong with microbes, showing cough and flu on a continuous cycle),
b. make an almost weekly race to the pediatrician
c. prepare carnival costumes for school and parties, in case the girls get well  in time … even if it never happens!
Well, apart from a post published by mistake this morning… I would say that I have under my belt at least two delightful costumes: a siren and a clown. The siren has fortunately benefited from the cooperation of grandmother, while the clown enjoys a childhood reminiscence …
When will summer arrive?

Nascite/Births

L’autunno scorso siamo stati circondati da pance prominenti che si sono recentemente trasformate in deliziosi bambini. Per uno di questi ho spolverato i miei uncinetti ed li ho utilizzati per realizzare un maglioncino caldo caldo. Ho utilizzato un modello molto facile (qui), anche se non così breve come il suo nome lascerebbe presagire. Invece che due ore, ho avuto bisogno di due serate davanti tv (ebbene sì!), senza cedere al sonno, quindi per lo meno il doppio di tempo… ed ho anche evitato le maniche…
Comunque il risultato è stato apprezzato anche perché il bambino è nato proprio ai primi freddi invernali!

20151223_094843

Last fall we were surrounded by prominent bellies that recently shifted into delightful children. For one of these, I removed the dust from my crochet needles and I used them to make a warm warm sweater. I used a very simple model (here), though not as short as its name would portend. Instead of two hours ad half, I needed two evenings in front of the tv (yes!), without giving up to sleep, so at least twice as long … and I also avoided the sleeves!
Anyway the result was appreciated, also because the child was born in early winter cold!